Reiki – Percorso e livelli

Chi decide di incamminarsi sulla via del Reiki, deve sapere che tutta l’energia che gli  verrà messa a disposizione è finalizzata ad una crescita personale e non può rimanere inespressa. Spesso si avrà a che fare anche con il dolore e la sofferenza, fa parte del processo del divenire.

L’obiettivo del padre del Reiki, Mikao Usui, era quello di condividere con il prossimo quello che aveva personalmente appreso. La sua grandezza ed il suo genio è stata quella di incanalare il Divino in una forma che potesse essere sperimentata e praticata dagli esseri umani. Per via spirituale si intende un metodo o tecnica che aiuti il praticante a trovare se stesso. A tale scopo esistono tanti percorsi quanti sono gli abitanti del pianeta, ciascuno di noi crea il proprio, ma alcuni aiuti e metodi possono fare una grande differenza.

Compiendo da soli il nostro viaggio spirituale, è probabile che si possa procedere solo alla velocità di un carro tirato da buoi; con l’aiuto di un maestro invece, potrete volare e fare rapidi progressi.. Un sistema collaudato vi permetterà di avanzare a passo regolare. Non sta a noi decidere se il Maestro Usui fosse pienamente illuminato: come potremmo saperlo? Al massimo possiamo conoscere il nostro stato.  Dopo tutto la cosa non è importante, dal momento che come sappiamo,  egli ebbe alcune intuizioni nei livelli più profondi dell’essere e ce ne rese partecipi. Egli osservò che in occidente il Reiki sembra mancare della trasmissione del Dharma e si è quindi ridotto ad una tigre senza unghie. Restituiamo gli artigli all’animale !!

In sanscrito, Dharma significa legge; secondo la terminologia Buddista. la parola indica gli insegnamenti formulati dal Buddha che, quando vengono seguiti, portano all’illuminazione. Il Dharma presenta due aspetti : il primo è la trasmissione, passaggio dal maestro al discepolo, il secondo è la realizzazione, quando il discepolo vive ciò che ha appreso. Gli adepti che si trovano già a livello avanzato cominceranno ad insegnare ai principianti : nel buddismo vi sono stati 5000 anni di trasmissione del Dharma, dai maestri ai loro discepoli ed ora è tempo di continuare…